Gruppo Atlantide

Category Archives: Comunicazione

Il progetto Erasmus+ TELL ME riconosciuto con due importanti premi internazionali

tellme

Schermata 2019-09-04 alle 11.31.48


Dopo la consegna dello European Language Label istituito dalla Commissione Europea, la cui cerimonia ha avuto luogo a Firenze il 9 maggio 2019 nell’ambito delle celebrazioni per il Festival d’Europa, TELL ME riceverà il Premio Confucio per l’Alfabetizzazione assegnato al Comitato il Nobel per i Disabili fondato da Dario Fo e Franca Rame per devolvere in beneficenza i soldi del Premio Nobel per la Letteratura 2017.

Istituito dall’UNESCO con il supporto del governo della Repubblica Popolare Cinese, il Premio Confucio sarà consegnato in due distinte cerimonie che si svolgeranno a Parigi e nella cittadina cinese di Qufu, terra natale del filosofo cinese cui il premio è titolato, rispettivamente, il prossimo 9 e 28 settembre.


Sito web: www.tellmeproject.com    | Social Platform: https://social.tellmeproject.com
Indirizzo email dell’organizzazione italiana: europe@comitatonobeldisabili.it 

Label europeo delle lingue: http://bit.ly/EULangLab

Premio Confucio UNESCO per l’Alfabetizzazione degli adulti: http://bit.ly/ConfuciusUNESCO

___________________________________________________________________________________


TELL ME: UN PROGETTO ERASMUS+

“TELL ME – Theatre for Education and Literacy Learning of Migrants in Europe”, progetto di educazione ed alfabetizzazione dei migranti attraverso il teatro è stato finanziato dal programma Erasmus+ ed è stato ideato da Jacopo Fo e da Nazzareno Vasapollo per il Nuovo Comitato il Nobel per i Disabili, capofila di una partnership strategica che ha visto coinvolti altri tre enti europei: Associazione Nuovi Linguaggi di Loreto, provider accreditato per la formazione professionale che da oltre vent’anni gestisce al proprio interno una scuola di recitazione; ASTA, compagnia teatrale portoghese che specializzata in produzione teatrale e teatro educativo; IFALL, associazione svedese che si occupa di rifugiati.

Il kit metodologico-educativo rappresenta il prodotto più importante del progetto. Creato nel biennio 2016-2018 da un’equipe transnazionale di ricercatori che lo ha sperimentato in due corsi per migranti e in tre workshop rivolti a 24 operatori europei, è liberamente disponibile sul sito www.tellmeproject.com

Dal rilascio di tutti i prodotti del progetto ad oggi, la partnership è stata invitata a varie conferenze europee tenutesi a Francoforte, Lisbona e Siviglia ed ha ricevuto due alti riconoscimenti, a livello Europeo, lo European Language Label, e a livello mondiale, il Premio Confucio.

 

EUROPEAN LANGUAGE LABEL

Il Label Europeo delle Lingue è un premio della Commissione Europea nato con l’intento di incoraggiare le iniziative che riguardano l’insegnamento e l’apprendimento delle lingue, un riconoscimento assegnato a metodologie innovative che si sono rivelate efficaci nel promuovere e diffondere la conoscenza dei numerosi idiomi che esistono nell’Unione Europea.

Con cadenza biennale, il Label viene assegnato ai progetti che si sono contraddistinti per la loro proposta innovativa, contribuendo così ad innalzare lo standard d’insegnamento delle lingue e a valorizzare una ricchezza così importante per la cultura europea.

Nell’anno corrente sono state premiate 15 nomination su 57 e TELL ME si è collocato al 2° posto (http://bit.ly/EULangLab). 

La cerimonia di premiazione ha avuto luogo nella prestigiosa cornice del Festival Europa dal 7 al 9 maggio scorso a Firenze, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.

PREMIO CONFUCIO

Supportato dalla Repubblica Popolare Cinese, il Premio è un riconoscimento istituito dall’UNESCO per coloro che si impegnano nell’alfabetizzazione degli adulti.

Per il 2019 il Premio aveva “Alfabetizzazione e Multilinguismo” come tema di riferimento e a livello mondiale sono stati scelti solo tre progetti, tra cui TELL ME (http://bit.ly/ConfuciusUNESCO). 

Il Premio Confucio sarà consegnato al Comitato il Nobel per i Disabili  in due distinte cerimonie che si svolgeranno a Parigi e nella cittadina cinese di Qufu, terra natale del filosofo cinese cui il premio è titolato, rispettivamente, il prossimo 9 e 28 settembre.

TELL ME è stato realizzato da una partnership composta da quattro organizzazioni provenienti da Italia, Portogallo e Svezia. Il Comitato ha perciò deciso di dare valore alla Partnership nel suo complesso decidendo che fosse Sérgio Novo, presidente della Compagnia Teatrale ASTA di Covilhã (Portogallo) a ritirare il premio nella Cerimonia che si terrà il 9 settembre presso il quartier generale UNESCO a Parigi. In tale occasione, egli sarà altresì speaker nella conferenza “Alfabetizzazione e multilinguismo” in occasione della Giornata internazionale dell’alfabetizzazione (http://bit.ly/IntLitDayParis). 

La seconda cerimonia si terrà invece nella cittadina cinese di Qufu, terra natale del filosofo cinese cui il premio è titolato. L’evento è inserito in una Visita di Studio organizzata nel periodo 25-28 settembre da Commissione UNESCO e governo cinese per le tre organizzazioni premiate. Sarà Nazzareno Vasapollo, project designer e project manager del Comitato e di TELL ME a ritirare il premio e a intervenire al Seminario Internazionale sull’Alfabetizzazione.

TELL ME MORE

Incoraggiati dai successi conseguiti, per il 2020 le strategie di diffusione e valorizzazione del progetto  saranno indirizzate al territorio italiano e a quello europeo.

Il Comitato intende, infatti, realizzare dei workshop rivolti ai Centri per l’Istruzione degli Adulti (CPI). Per ognuna delle 20 regioni italiane verrà individuato un CPIA che organizzerà l’attività formativa e funzionerà da polo per accogliere operatori di altri CPIA regionali.

Su scala europea ci si intende muovere principalmente presentando il progetto TELL ME+ il cui scopo specifico è tradurre gli output di TELL ME in tedesco, francese e spagnolo e disseminare la metodologi in Spagna, nei paesi germanofoni e in quelli francofoni. Sarà così possibile coprire quasi l’80% delle lingue europee non interessate in precedenza dal progetto originario e la metodologia TELL ME sarà disponibile in oltre l’86% delle lingue più parlate in Europa! 

Nel mese di aprile 2020, infine, è previsto un workshop a Siviglia per diffondere la metodologia fra gli operatori che si occupano di alfabetizzazione dei migranti nelle associazioni private e nei centri di istruzione degli adulti che fanno capo alla Junta de Andalucía.

 

Ufficio Stampa Lp Press di Luigi Piga
mob. 3480420650 – email. luigipiga@lp-press.com

La web serie “Italia Sicilia Gela” vince al Sicily Web Fest!

sicily film festival

La web serie “Italia Sicilia Gela” ha vinto il Premio del Pubblico al Sicily Web Fest 2019, il festival mondiale delle web serie che si è appena tenuto a Ustica. Il premio è stato ricevuto dal regista della web serie Iacopo Patierno.

gela-premio-sicily-web-fest

Qui una intervista al regista rilasciata prima della comunicazione del premio

Italia Sicilia Gela è alla prima stagione, attualmente sono in corso le riprese per la seconda stagione. Si inserisce nel progetto www.gelaleradicidelfuturo.it, realizzato da Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide) con il sostegno di Eni e il patrocinio del Comune di Gela.

La web serie è stata selezionata tra le finaliste anche dai festival di Bilbao, Seul, Copenaghen, Londra, Amsterdam e Hollywood che si svolgeranno nei prossimi mesi.

Per vedere le puntate della web serie clicca qui

WhatsApp Image 2019-08-11 at 23.11.09

WhatsApp Image 2019-08-12 at 11.32.01

La webserie Italia Sicilia Gela sbanca i festival internazionali!

webserie-gela

unnamed

La webserie Italia Sicilia Gela sbanca i festival internazionali!

unnamed (2)

Sono ben 6 i festival internazionali dedicati alle webserie dove “Italia Sicilia Gela” è stata selezionata:

Web Series Festival Global (Hollywood, Stati Uniti d’America)
Sicily Web Fest (Ustica,Italia)
Seoul Webfest (Seoul, Corea del Sud)
Copenhagen Web Fest (Copenhagen, Danimarca)
Bilbao Seriesland Web Fest Festival (Bilbao, Spagna)
International Online Web Fest (Londra, Gran Bretagna)

Siamo molto orgogliosi di questo successo, è un passo importante verso la valorizzazione di Gela, un territorio ricchissimo di storia e forza di volontà.
Regia di Iacopo Patierno e prodotta all’interno del progetto Gela Le Radici Del Futuro da Jacopo Fo srl – Gruppo Atlantide con il sostegno di Eni, la webserie si articola in 7 episodi, tutti visibili gratuitamente online qui e disponibili anche sottotitolati in inglese.
Ogni puntata racconta la storia di un gelese, da Don Lino di Dio, parroco e fondatore della Casa della Misericordia per aiutare i più deboli, a Sandra, kitesurfer, Elisa, proprietaria di uno stabilimento balneare, Silvia, esperta di immersioni subacquee, Giuseppe, archeologo, Francesco, musicista, Dalila e Tiberio, proprietari della Creperia. Ognuno offre uno sguardo diverso sulla città di Gela scoprendone meraviglie, difficoltà, prospettive

Vi terremo aggiornati sui risultati dei festival, incrociamo le dita!

Contatti: info@gelaleradicidelfuturo.it


Cattura


Clicca qui sotto per vedere la playlist completa!

Gela Le Radici del Futuro: gli episodi di “Italia-Sicilia-Gela”

webserie-gela

La web serie “ITALIA SICILIA GELA” racconta in 7 episodi Gela, una delle città più contraddittorie d’Italia, attraverso la voce di altrettanti protagonisti che ne danno uno spaccato inconsueto rispetto alla percezione che se ne ha comunemente, rivelando assieme ai suoi problemi le straordinarie bellezze e potenzialità che racchiude.
Una storia che parla di una città in particolare, Gela, ma ben rappresenta simbolicamente la Sicilia nel suo insieme e tutta l’Italia, combattuta tra difficoltà ed enormi opportunità.
Da qui il nome della web serie: Italia Sicilia Gela.
La web serie è stata realizzata da Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide) con la regia di Iacopo Patierno, il sostegno di Eni e il patrocinio del Comune di Gela.

https://www.gelaleradicidelfuturo.com/

(The English Version is available at the bottom)


7º episodio: “Dalila, Tiberio e Viola”

Ultimo appuntamento con la webserie del progetto Gela Le Radici del Futuro.

Conosciamo Dalila, Tiberio e la piccola Viola, proprietari e gestori della Creperia, un locale molto in voga nel quartiere Macchitella. Macchitella nacque con l’apertura del Petrolchimico di Gela, per dare casa agli operai dello stabilimento. Tiberio è nato qui, c’erano molte regole da rispettare…


6º episodio: “Francesco”
Musicista di passatempo, grafico pubblicitario di professione

Francesco D’Aleo ci porta negli anni più oscuri per la città di Gela, quando le sparatorie e i morti erano, tristemente, all’ordine del giorno.


 

5º episodio: “Giuseppe”
Archeologo, ci racconta un po’ la storia di Gela

Sembra che a Gela lo conoscano tutti: è Giuseppe La Spina, archeologo con una grandissima passione per il suo territorio, Gela, un patrimonio archeologico immenso. Giuseppe è anche scopritore della Pietra Calendario, diventato oggi oggetto di studio.


4º episodio: “Silvia”
Amo Gela in tutte le sue sfaccettature…

Quarto appuntamento con la webserie Italia Sicilia Gela. Silvia Scuderi ci porta a fare immersioni subacquee nella zona di Manfria, alla scoperta, magari, di nuovi reperti archeologici.


3º episodio: “Sandra”
Spiegate le vele, si fa Kitesurf a Gela!

Terza puntata della webserie Italia Sicilia Gela, regia di Iacopo Patierno.
Conosciamo Sandra La Terra, imprenditrice con una grande passione: fare kitesurf… a Gela naturalmente.
Da sette anni è organizzatrice del Kite Festival del Golfo di Gela, un’evento che porta in città sportivi da tutto il mondo.


2º episodio: “Elisa”
Iniziamo a scoprire la città di Gela

Gela: mare, sole e il calore delle persone. Tuffiamoci al Panama Beach di Gela, stabilimento balneare fondato da Elisa, la seconda protagonista della nostra webserie Italia Sicilia Gela. “Siamo stati coraggiosi… ma ce l’abbiamo fatta! Il lavoro ce lo siamo inventato, ce lo siamo creato, perché abbiamo sfruttato le potenzialità che il territorio ci ha dato”.


1º episodio: “Don Lino”

Il primo episodio racconta la storia di Don Pasquale (Lino) Di Dio, rettore della Chiesa di Sant’Agostino di Gela, amatissimo in città, una vera e propria istituzione. Grazie al suo lavoro a Gela è nata la Casa della Misericordia, un luogo di riparo per i poveri che oggi assiste e ascolta centinaia di persone. “Io Gela la vedo come una mamma invecchiata, con tante rughe che abbiamo prodotto noi figli…”

 


locandina-GELA-webserie-eng-logo

The web series of Gela The Roots Of the Future

The web series “ITALIA SICILIA GELA” tells in 7 episodes Gela, one of the most contradictory cities in Italy, through the voice of as many protagonists who give an unusual insight into the perception that it commonly has, revealing along with its problems the extraordinary beauty and potential that it contains. A story that speaks of a city in particular, Gela, but symbolically well represents Sicily as a whole and all of Italy, torn between difficulties and enormous opportunities.
Hence the name of the web series: Italia Sicilia Gela.
The web series was created by Jacopo Fo srl (Atlantide Group) with the direction of Iacopo Patierno, Eni’s support and the patronage of the Municipality of Gela.
The episodes of the Italian web series Italia Sicilia Gela will be streamed on a weekly basis.
https://www.gelaleradicidelfuturo.com/en/category/webserie/

1st episode: “Don Lino” – https://www.youtube.com/watch?v=6iHZTlYMu4s

2nd episode: “Elisa” – https://www.youtube.com/watch?v=3XaK4baZNB8

3rd episode: “Sandra” – https://www.youtube.com/watch?v=Ef6T_0M1c9g

4th episode: “Silvia” – https://www.youtube.com/watch?v=HlHzr8kepHw

5th episode: “Giuseppe” – https://www.youtube.com/watch?v=VgcVBhwDmf8

6th episode: “Francesco” – https://www.youtube.com/watch?v=lqp42fdBxBA

7th and last episode:”Dalila, Tiberio e Viola”: – https://www.youtube.com/watch?v=4d02kTWiow0

 

Il Teatro Fa Bene presenta: Wiwanana!

wiwanana

Finalmente online la versione integrale del film!

Un gruppo di cinque italiani e un mozambicano stanno girando nelle foreste del nord del Mozambico alla ricerca di cinque attori amatoriali. L’obbiettivo è portarli in Italia, scrivere insieme a loro uno spettacolo comico di informazione sanitaria e infine realizzare una tournée nei villaggi del Nord del Mozambico.
Ci riusciranno nonostante le differenze culturali?
Questa è la storia di Wiwanana, ovvero di come il dialogo sia l’arma più potente per il cambiamento.

Poster_Wiwanana_ITA-717x1024