Gruppo Atlantide

Category Archives: Eventi

Wiwanana al MyArt International Film Festival di Cosenza

Wiwanana al MyArt International Film Festival di Cosenza

Sabato 17 novembre 2018, ore 17:15, da non perdere al Cinema San Nicola di Cosenza la proiezione di Wiwanana, il film documentario che racconta del progetto “Il Teatro Fa Bene” per portare informazione sanitaria in Mozambico attraverso uno spettacolo teatrale comico.
Ingresso gratuito.

Wiwanana al MyArt International Film Festival di Cosenza

 

Marketing dell’arte, della cultura e del turismo in Sicilia

Senza titolo-1

unnamed

Marketing dell’arte, della cultura e del turismo: Workshop gratuito a Gela il 3-4-5 dicembre 2018

Un workshop per definire, con il contributo di un team di esperti del Gruppo Atlantide (Simone Canova, Claudia Faverio, Bruno Patierno) come rendere più efficaci, visibili e di successo le iniziative nel mondo dell’arte, della cultura e del turismo.

Come analizzare il pubblico di riferimento e le sue esigenze? Come definire le caratteristiche del prodotto offerto, la sua distribuzione e vendita, l’eventuale prezzo per il pubblico e per gli sponsor? Come gestire la presenza sul web e sui social?
A queste e ad altre domande risponderà il workshop che si terrà presso il foyer del Teatro Eschilo di Gela nei giorni 3, 4 e 5 dicembre, orario 10-13 e 16-19.

La partecipazione è gratuita e a numero chiuso.

Il workshop è riservato a persone e  rappresentanti di associazioni, enti, imprese impegnate nella realizzazione di iniziative artistiche, culturali, turistiche volte anche a promuovere Gela.

Per candidarsi alla partecipazione è necessario inviare il proprio cv a info@gelaleradicidelfuturo.itentro il 16 Novembre. I partecipanti selezionati saranno avvertiti via email.

Il workshop si colloca nell’ambito delle iniziative di GELA LE RADICI DEL FUTURO, un progetto realizzato da Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide) con il sostegno di Eni e il patrocinio del Comune di Gela.

Contatti: info@gelaleradicidelfuturo.it


Cattura

Il Nobel incontra i Nobel – Grazia Deledda incontra Dario Fo

grazia

Il Nobel incontra i Nobel
GRAZIA DELEDDA INCONTRA DARIO FO
COMUNICATO STAMPA del 11 ottobre 2018


43749109_1066824953442212_6135002118207045632_n

L’Isre – Istituto Superiore Regionale Etnografico di Nuoro- presenta la prima edizione del progetto Grazia Deledda incontra i Premi Nobel. 
“E’ un’idea molto ambiziosa”, spiega Giuseppe Matteo Pirisi, il presidente dell’ente che gestisce la Casa-Museo che diede i natali alla scrittrice, “nata per valorizzare l’opera e il pensiero di Grazia Deledda. Vogliamo creare un appuntamento annuale che produca una circolarità di idee, di spunti, di riflessioni attraverso l’incontro tra l’opera della scrittrice e quella di altri Premi Nobel, attraverso esposizioni, spettacoli e giornate di studio; un ricco programma di attività culturali che animeranno la città per tutto il periodo della manifestazione”.

Per la prima edizione della rassegna, che si terrà a Nuoro dal 26 ottobre 2018 al 26 gennaio 2019, l’autore scelto è Dario Fo, Premio Nobel per la Letteratura nel 1997.

“L’ultimo italiano a vincere il premio Nobel per la Letteratura incontra Grazia Deledda, prima e unica donna italiana a vincere l’ambìto premio letterario, nel 1926, – continua Pirisi– è un omaggio alla scrittrice nuorese e alla sua straordinaria attualità, e ha un duplice intento: far riscoprire il valore letterario di questa donna, oggi ancora troppo spesso sottovalutata, che è stata un gigante della letteratura; e contestualmente far risvegliare l’interesse verso il mondo che racconta, la vita e le passioni della Sardegna più autentica. Dario Fo con la Deledda ha numerose analogie: entrambi anticonformisti, si posero nelle rispettive epoche come elementi di forte rottura. Entrambi affondano le radici nella lingua, nel mito e nella storia, pescando a piene mani nella cultura popolare, nelle sue maschere e nelle sue memorie. Con questo evento Grazia Deledda rivive, torna a farsi carne, diventa viva tramite il suo messaggio”.

Questi gli eventi della manifestazione:
– Dal 26 ottobre al 26 gennaio sarà aperta al pubblico la Mostra Il Mondo Popolare narrato da Dario Fo a cura di Mattea Fo e Stefano Bertea per la Compagnia Teatrale Fo Rame, che sarà declinata in due ambiti:
La Maschera, la Commedia dell’Arte, il Teatro all’Improvvisa 
presso il Museo del Costume (via Mereu, 56),
Impegno Sociale, Culturale, e Politico nell’Arte di un Premio Nobel
presso l’ex Artiglieria (Viale Sardegna, 13).

– Il 26 ottobre è previsto l’evento per inaugurare la Mostra e dare ufficialmente inizio alla rassegna, il primo appuntamento è alle ore 17,30 presso l’ex Artiglieria e alle 19,15 presso il Museo del Costume.
Per l’occasione l’Atp Nuoro attiverà una navetta che partirà alle 18,45 dall’ex Artiglieria per raggiungere il Museo del Costume.

– Il 10 novembre alle ore 21,00 presso il TEN – Teatro Eliseo Nuoro andrà in scena lo spettacolo Mistero Buffo di Dario Fo e Franca Rame recitato da Mario Pirovano, attore della Compagnia Teatrale Fo Rame dal 1983 e formato dai due artisti. In occasione dei 50 anni dalla prima, che ricorrono agli inizi del 2019, Mario Pirovano reciterà i monologhi originari di Mistero Buffo arricchendo la performance con alcuni dei pezzi che hanno reso questo spettacolo famoso in tutto il mondo.
– Il 10 dicembre, dalle ore 15,30 alle 21 e l’11 dalle ore 8,30 alle 13,30 è in programma, presso l’Auditorium “Giovanni Lilliu”, il Convegno Oralità narrativa, cultura popolare e arte: Grazia Deledda incontra Dario Fo a cura della Professoressa Cristina Lavinio. Le giornate di studio vedranno la partecipazione di esperti a livello internazionale, alcuni specializzati sulla figura di Grazia Deledda e altri sulla figura di Dario Fo.

– Il 10 dicembre ci sarà una performance teatrale a cura di Mario Pirovano, che racconterà l’incontro immaginario tra i due Premi Nobel con gli occhi di Dario Fo.

Il Direttore artistico del progetto, Francesco Muscau, racconta: “Ragionare intorno all’opera di un Premio Nobel non solo significa analizzarne la sua componente più strettamente letteraria ma anche approfondire la cultura antropologica, la storia del Paese d’origine e gli aspetti socio-culturali che hanno caratterizzato la crescita e la formazione del personaggio. Per questo vengono organizzati eventi culturali che arricchiscano il processo di conoscenza e possano coinvolgere sia gli appassionati che le famiglie e gli studenti. Deledda e Fo sono due scrittori apparentemente diversi, sia per formazione che per stile e genere letterario, e l’obiettivo della rassegna è proprio quello di aprire un confronto e un dialogo. Si vuole favorire e permettere uno scambio di punti di vista tra autori che, per ragioni storiche, culturali e sociali, sembrano distanti. Confrontando Grazia Deledda e Dario Fo viene fuori che entrambi hanno avuto una particolare attenzione verso il mondo popolare e l’oralità, verso l’impegno e la militanza, e con la manifestazione “Grazia Deledda incontra Dario Fo” si cercherà di sviluppare questo confronto con la consapevolezza che si tratta di un’operazione culturale che pone al centro l’incontro e la scoperta di entrambi gli scrittori”.

CONFERENZA STAMPA
17 ottobre 2018 ore 11 presso la biblioteca Isre in Via Papandrea, 6

MAGGIORI INFORMAZIONI
www.graziadeledda.dariofo.it
#deleddafo

Torna il Festival dell’Outsider Art e dell’Arte Irregolare

Senza titolo-2

volantino A5-arte-irregolare-2018-1

5, 6 e 7 ottobre 2018
La terza edizione del Festival dell’Outsider Art e dell’Arte Irregolare
presso la Libera Università di Alcatraz, S. Cristina, Gubbio (PG)

Mostra di 100 opere grafiche o pittoriche di diversi atelier e collettivi artistici italiani.
• a cura di Nuovo Comitato il Nobel per i Disabili Onlus

Selezione di disegni di un outsider d’eccezione, Dario Fo.
• in collaborazione con MusAlab – Museo Archivio Laboratorio Franca Rame e Dario Fo

Convegno “Prendersi cura dell’arte. Prendersi cura di sé”.
• a cura del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ausl di Bologna.
Interverranno tra gli altri Giorgio Bedoni, psichiatra e docente all’Accademia di Brera, Daniela Rosi docente e curatrice di numerose mostre di arte outsider e irregolare.

Performance collettive, video rassegna, workshop elaboratori artistici.
• con la partecipazione dello street artist Marco Barbieri – DEM a cura dell’Associazione Fuori Serie.

per info: cinzia@comitatonobeldisabili.itgabriella@comitatonobeldisabili.it
Gabriella tel. 075 9229776 – per prenotazioni: 075 9229938/39

Visitate la gallery: arteirregolare.comitatonobeldisabili.it
Richiesti crediti ECM.

Si è chiuso il festival Ecofuturo a Padova, V edizione incentrata su: “CIODUE: come rimetterla in equilibrio tra cielo e terra”

eco futuro 2018-2-2

Un’edizione ricchissima di contenuti, di nuovi incontri e relazioni per ampliare questa meravigliosa rete di persone, imprese, ecoinnovatori che hanno a cuore il futuro della nostra casa comune.

Un protocollo d’intesa tra Consorzio Italiano Biogas e Federbio per l’utilizzo del digestato (il prodotto di risulta dell’estrazione del biometano dagli scarti agricoli) come concime per l’agricoltura biologica, il dual fuel diesel-metano pronto a partire con il supporto di Ecofuturo e delle officine che istalleranno le nuove centraline per i veicoli, decine di esempi virtuosi di economia circolare attiva e i primi sondaggi per un impianto di teleriscaldamento geotermico a Padova Est per 5000 famiglie, le tecnologie per l’orto bioattivo, i traghetti fotovoltaici, l’utilizzo della canapa per l’industria e come disinquinante e molto, anzi moltissimo, altro ancora.

Le ultime battute del Festival sono state dedicate ad una nuova campagna che accompagnerà l’estate dei tanti partecipanti di Ecofuturo 2018.

Salviamo Livigno” mira a fare pressione sulle istituzioni perché i 12 miliardi di euro che ogni anno il governo spende per incentivare l’uso dei carburanti fossili, attraverso defiscalizzazioni e sconti a specifiche categorie di consumatori (camionisti, agricoltori mezzi pubblici ecc) e territori, prenda una strada diversa, quella cioè delle energie rinnovabili e dei biocarburanti. Una splendida località montana ai confini del Paese come Livigno appunto, grazie al prezzo calmierato del gasolio, risulta infatti essere una delle più inquinate d’Italia. Con il riorientamento degli incentivi ai carburanti fossili per pochi anni, non solo si ridurrebbero drasticamente gli agenti inquinanti in atmosfera, ma nel contempo si cancellerebbe nel medio periodo una voce di costo da 12 miliardi di euro annui, come quella relativa agli incentivi ai carburanti fossili.

Si chiude quindi un’edizione da record per Ecofuturo festival 2018 sia in termine di attenzione sui social sia per la presenza di pubblico e di ospiti. Toccati i 230 mila collegamenti alle dirette Facebook tra il 18 al 22 luglio, mentre a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park, si sono ritrovati oltre 3000 visitatori provenienti da tutta Italia per ascoltare discutere e sperimentare le tante tecnologie innovative presentate, i progetti e gli scenari di cui si è discusso ad Ecofuturo 2018.

Un’edizione da record infatti non solo per il pubblico partecipante, dal vivo o tramite social, ma anche per il numero di relatori, 120 quest’anno, e di sessioni di dibattito (cicli da 3 conferenze al giorno per i 5 giorni di Festival). Seguitissimi i 5 spettacoli serali, così come le 4 presentazioni, alcune delle quali in anteprima nazionale, di libri legati al mondo del green ma non solo.

640_foto_finale_ecofuturo

Ospiti di tutti i colori politici e di tutte le aree della conoscenza per questa V edizione di Ecofuturo: ad aprire le danze è stato l’europarlamentare Dario Tamburrano (M5S), assieme all’assessore del Comune di Padova Chiara Gallani e al vicesindaco della città Arturo Lorenzoni. Elly Schlein (europarlamentare PSE – Possibile) è stata invece ospite del dibattito “Il ritorno delle piante perdute e dei grani antichi” mercoledì 18. Ha voluto portare il suo saluto ed il suo sostegno ad Ecofuturo con un videomessaggio anche il Vice Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli (PD). Il presidente della Commissione Industria del Senato sen. Gianni Girotto, ha affrontato il tema delle rinnovabili sabato 21 luglio mentre il deputato della Lega di La Spezia on. Lorenzo Viviani, ha partecipato all’incontro “Neostrade, disinquinanti marini, dragaggi, bonifiche e rinnovabili”. Il videomessaggio del ministro dell’Ambiente Sergio Costa. A chiudere la 5 giornata di Ecofuturo 2018 è stato il sottosegretario del Miur Lorenzo Fioramonti mentre l’attore Jacopo Fo, tra i fondatori del Festival, ha accompagnato il festival per l’intera durata, fra presentazioni e spettacoli, dibattiti e incontri.

Cinque giornate che offrono soluzioni concrete a misura d’uomo, riflessioni di scenario e le più avanzate innovazioni tecnologiche in tema ambientale. Cinque giornate di confronto istituzionale ma pure di spettacoli, workshop, esposizioni e cene bio con un unico focus: l’anidride carbonica che sta climalterando il pianeta Terra. Solo nel mese di giugno 2018 infatti la concentrazione di CO2 in atmosfera è stata, presso l’osservatorio del NOAA di Mauna Loa, alle Hawaii, di 410,79 parti per milione, nel giugno 2017 era di 408,84 ppm. Si tratta della più alta concentrazione degli ultimi tre milioni di anni.

«Ecofuturo è un’opportunità importante» ha detto il sottosegretario del Miur Lorenzo Fioramonti «per conoscere cosa fanno le imprese, le associazioni e i cittadini in un ambito ad alto tasso di innovazione tecnologia e sociale come quello della sostenibilità. Ma occasioni come questa sono strategiche anche per per i decisori che ricevono input importanti per capire come favorire lo sviluppo tecnologico ed ambientale del Paese. C’è poi l’aspetto formativo, quello a cui tengo di più, e che ritengo fondamentale per lo sviluppo della cultura e della conoscenza delle giovani generazioni».

«Ci dicevano che eravamo dei pazzi a cercare di creare energia dal sole e dal vento» ha detto Jacopo Fo, assieme a Michele Dotti e Fabio Roggiolani «oggi il prezzo del carbone è più alto delle fonti rinnovabili nei paesi tropicali più caldi e vicino agli oceani ma presto questo rapporto si invertirà anche in Italia. Una notizia strepitosa perché oggi inquinare non conviene più. Ma per fare sì che questo i trasformi in una pratica quotidiana il più rapidamente possibile è necessario appoggiare quelle aziende che hanno innovazione e i gruppi che sperimentano l’economia circolare».

«5 giorni giorni di ecotecnologie per imparare come rimettere la CO2 sotto terra» dichiara Fabio Roggiolani cofondatore di Ecofuturo «per farla diventare nutrimento della terra e non un problema per l’uomo che ci vive sopra. Insegniamo come farlo senza fondi pubblici ma semplicemente risparmiando energia e reinvestendo questo risparmio nel cambiamento, così da creare occupazione e speranza».

eco futuro 2018-2-2La ciliegina finale su questa edizione l’ha poi portata il collegamento in diretta skype con l’equipaggio della prima auto solare italiana che ha partecipato all’American Solar Chellenge, che ha attraversato la montagne rocciose per 3500km dal Nebraska all’Oregon, in una autentica “Coast to Coast”, e che ha vinto la categoria 4 ruote, sbaragliando in campo, composto da ben 32 team universitari.Una gioia immensa che si aggiunge a quella di un Festival che si chiude davvero con nuove consapevolezze per proseguire questo entusiasmante percorso.

 

Articolo di ecquologia.com