Gruppo Atlantide

Category Archives: Top News

Proposta di collaborazione | People for Planet events

p4p

p4p

People for Planet, giornale digitale green-oriented, direttore creativo Jacopo Fo, ha in programmazione per il 2019 un ciclo di eventi incentrati su tematiche che hanno grande riscontro mediatico in termini di engagement, quali:    
•    buone pratiche contro l’urgenza plastica
•    maleducazione finanziaria
•    eco fashion
•    mobilità sostenibile
•    igiene e infanzia
•    eco cucina
 
Gli eventi saranno  momenti di confronto e informazione specifica senza però perdere il clima di incontro e convivialità, in modo da coinvolgere un target ampio e diversificato.Siamo interessati a sapere da lei se a suo avviso ci siano i presupposti per discutere una possibile collaborazione in quanto mossi da idee e obiettivi comuni.

Rimanendo in attesa di un gentile riscontro le auguro una buona giornata.

Cordiali saluti

Anna Premoli
Marketing Gruppo Atlantide
Tel. (+39)3494710460
Milano, corso di Porta Romana 132
Gubbio, Santa Cristina 53
anna@gruppoatlantide.it
www.gruppoatlantide.it
www.peopleforplanet.it

Facebook |  YouTube | Instagram | Twitter

Comunicato Stampa: i Pink Bloc sono alle porte!

ballerini

pink-bloc-jacopo-fo

Come i Black Bloc, ma più gentili


Il giorno 13 dicembre, alle ore 10:30, in via Benevento 23, a Roma, presso il Teatro 7, alla presenza del Comandante Pinkerton (Jacopo Fo) i Pink Bloc presenteranno ai media l’Offensiva d’Inverno contro l’assurdo al potere.
Farne ballare 1 per farne ballare 100!
Siamo maschi!
Siamo rosa!

Abuso di posizione dominante, sadismo verso i consumatori, pubblicità bastarda, istigazione all’odio contro esseri viventi.
La politica ha altro da fare? Ci pensiamo noi!!!

La prima azione dei Pink Bloc consisterà nell’attaccare artisticamente la sede centrale delle Ferrovie dello Stato, colpevoli di aver creato un sistema sadico di contravvenzioni grazie al quale se provi a viaggiare su un regionale con il biglietto di un Frecciarossa ti fanno la multa di 50 euro come se non avessi il biglietto.
Hanno rimosso le panchine dalla Stazione Centrale di Milano per favorire lo shopping e fanno viaggiare malamente i pendolari.
Pink Bloc in tutù rosa danzeranno per instillare un po’ di sensibilità umana: solo l’arte può sciogliere il dolore di anime sorde. La data della performance sarà annunciata in sede di conferenza stampa.

Successivamente prenderemo di mira le aziende che inneggiano allo sterminio dei batteri eubiotici, graziosi simbiotici che ci proteggono; le campagne di fake news sui disinfettanti terminator sono tra le cause di parecchie malattie che colpiscono in particolare i bambini.
Danzando sprovvisti di deodorante, cercheremo di farli ragionare e pentire. Se non capiscono ci appelleremo al Gran Giurì della Pubblicità e al Ministero della Sanità, al Parlamento, all’aviazione militare americana e al Dalai Lama (che lui i batteri li rispetta).

Leggi qui tutti gli articoli sulle Ferrovie


Cos’è People For Planet

People For Planet siamo noi, quei milioni di cittadini che amano il confronto rispettoso con gli altri individui e con il nostro amato pianeta, una moltitudine di persone interessate ai temi dell’ambiente, della sostenibilità e della solidarietà.

People For Planet siamo noi: un giornale digitale ben informato e anche un sistema di connessione e cooperazione, un luogo dove si incontrano le persone che in questo momento stanno costruendo il pianeta di domani.

People For Planet è quindi anche uno strumento concreto di discussione, dal quale far nascere nuove idee, iniziative, proposte.

Facebook |  YouTube | Instagram | Twitter

Il Nobel incontra i Nobel – Grazia Deledda incontra Dario Fo

grazia

Il Nobel incontra i Nobel
GRAZIA DELEDDA INCONTRA DARIO FO
COMUNICATO STAMPA del 11 ottobre 2018


43749109_1066824953442212_6135002118207045632_n

L’Isre – Istituto Superiore Regionale Etnografico di Nuoro- presenta la prima edizione del progetto Grazia Deledda incontra i Premi Nobel. 
“E’ un’idea molto ambiziosa”, spiega Giuseppe Matteo Pirisi, il presidente dell’ente che gestisce la Casa-Museo che diede i natali alla scrittrice, “nata per valorizzare l’opera e il pensiero di Grazia Deledda. Vogliamo creare un appuntamento annuale che produca una circolarità di idee, di spunti, di riflessioni attraverso l’incontro tra l’opera della scrittrice e quella di altri Premi Nobel, attraverso esposizioni, spettacoli e giornate di studio; un ricco programma di attività culturali che animeranno la città per tutto il periodo della manifestazione”.

Per la prima edizione della rassegna, che si terrà a Nuoro dal 26 ottobre 2018 al 26 gennaio 2019, l’autore scelto è Dario Fo, Premio Nobel per la Letteratura nel 1997.

“L’ultimo italiano a vincere il premio Nobel per la Letteratura incontra Grazia Deledda, prima e unica donna italiana a vincere l’ambìto premio letterario, nel 1926, – continua Pirisi– è un omaggio alla scrittrice nuorese e alla sua straordinaria attualità, e ha un duplice intento: far riscoprire il valore letterario di questa donna, oggi ancora troppo spesso sottovalutata, che è stata un gigante della letteratura; e contestualmente far risvegliare l’interesse verso il mondo che racconta, la vita e le passioni della Sardegna più autentica. Dario Fo con la Deledda ha numerose analogie: entrambi anticonformisti, si posero nelle rispettive epoche come elementi di forte rottura. Entrambi affondano le radici nella lingua, nel mito e nella storia, pescando a piene mani nella cultura popolare, nelle sue maschere e nelle sue memorie. Con questo evento Grazia Deledda rivive, torna a farsi carne, diventa viva tramite il suo messaggio”.

Questi gli eventi della manifestazione:
– Dal 26 ottobre al 26 gennaio sarà aperta al pubblico la Mostra Il Mondo Popolare narrato da Dario Fo a cura di Mattea Fo e Stefano Bertea per la Compagnia Teatrale Fo Rame, che sarà declinata in due ambiti:
La Maschera, la Commedia dell’Arte, il Teatro all’Improvvisa 
presso il Museo del Costume (via Mereu, 56),
Impegno Sociale, Culturale, e Politico nell’Arte di un Premio Nobel
presso l’ex Artiglieria (Viale Sardegna, 13).

– Il 26 ottobre è previsto l’evento per inaugurare la Mostra e dare ufficialmente inizio alla rassegna, il primo appuntamento è alle ore 17,30 presso l’ex Artiglieria e alle 19,15 presso il Museo del Costume.
Per l’occasione l’Atp Nuoro attiverà una navetta che partirà alle 18,45 dall’ex Artiglieria per raggiungere il Museo del Costume.

– Il 10 novembre alle ore 21,00 presso il TEN – Teatro Eliseo Nuoro andrà in scena lo spettacolo Mistero Buffo di Dario Fo e Franca Rame recitato da Mario Pirovano, attore della Compagnia Teatrale Fo Rame dal 1983 e formato dai due artisti. In occasione dei 50 anni dalla prima, che ricorrono agli inizi del 2019, Mario Pirovano reciterà i monologhi originari di Mistero Buffo arricchendo la performance con alcuni dei pezzi che hanno reso questo spettacolo famoso in tutto il mondo.
– Il 10 dicembre, dalle ore 15,30 alle 21 e l’11 dalle ore 8,30 alle 13,30 è in programma, presso l’Auditorium “Giovanni Lilliu”, il Convegno Oralità narrativa, cultura popolare e arte: Grazia Deledda incontra Dario Fo a cura della Professoressa Cristina Lavinio. Le giornate di studio vedranno la partecipazione di esperti a livello internazionale, alcuni specializzati sulla figura di Grazia Deledda e altri sulla figura di Dario Fo.

– Il 10 dicembre ci sarà una performance teatrale a cura di Mario Pirovano, che racconterà l’incontro immaginario tra i due Premi Nobel con gli occhi di Dario Fo.

Il Direttore artistico del progetto, Francesco Muscau, racconta: “Ragionare intorno all’opera di un Premio Nobel non solo significa analizzarne la sua componente più strettamente letteraria ma anche approfondire la cultura antropologica, la storia del Paese d’origine e gli aspetti socio-culturali che hanno caratterizzato la crescita e la formazione del personaggio. Per questo vengono organizzati eventi culturali che arricchiscano il processo di conoscenza e possano coinvolgere sia gli appassionati che le famiglie e gli studenti. Deledda e Fo sono due scrittori apparentemente diversi, sia per formazione che per stile e genere letterario, e l’obiettivo della rassegna è proprio quello di aprire un confronto e un dialogo. Si vuole favorire e permettere uno scambio di punti di vista tra autori che, per ragioni storiche, culturali e sociali, sembrano distanti. Confrontando Grazia Deledda e Dario Fo viene fuori che entrambi hanno avuto una particolare attenzione verso il mondo popolare e l’oralità, verso l’impegno e la militanza, e con la manifestazione “Grazia Deledda incontra Dario Fo” si cercherà di sviluppare questo confronto con la consapevolezza che si tratta di un’operazione culturale che pone al centro l’incontro e la scoperta di entrambi gli scrittori”.

CONFERENZA STAMPA
17 ottobre 2018 ore 11 presso la biblioteca Isre in Via Papandrea, 6

MAGGIORI INFORMAZIONI
www.graziadeledda.dariofo.it
#deleddafo

Gela: Le Radici del Futuro, un progetto di (ri)lancio della città

spiaggia

spiaggia_preview

Contatti: gela@gruppoatlantide.it

Gela: Le Radici del Futuro, un progetto di (ri)lancio della città e un sito web per raccontarlo

Tre anni per (ri)lanciare la città. Nove persone formate per condurre un percorso di riqualificazione culturale, ambientale e sociale concreto. Un sito web per diffondere la storia e la bellezza di Gela nel mondo che sarà online a partire dal 29 maggio.

Il progetto Gela: Le Radici del Futuro ha come obiettivo la riqualificazione urbana a partire da quanto la città offre di tanto grandioso quanto inesplorato. Protagonisti? Gela e i suoi abitanti: enti, scuole, associazioni, studenti, giovani, anziani e professionisti si mettono in gioco per promuovere l’immagine della città. Poi un piano di comunicazione web e social contribuirà a diffonderla a livello nazionale e internazionale.

L’idea nasce dal lavoro di ricerca e sviluppo culturale di Jacopo Fo e Bruno Patierno per Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide). Il progetto è realizzato con il sostegno di Eni e patrocinato dal Comune di Gela.

“In una città come Gela che ha sofferto di grossi problemi ambientali e sociali ci sono risorse umane che hanno bisogno di essere valorizzate e connesse”, racconta così Jacopo Fo, “il metodo utilizzato per disegnare una nuova mappa delle opportunità, destinata al rilancio della città. “Abbiamo organizzato una serie di realtà già esistenti mettendole in relazione e offrendo la nostra esperienza nella comunicazione al servizio di quello che i gelesi desiderano fare di sé stessi e della loro città. La nostra filosofia”, continua Jacopo Fo, “è quella che io chiamo di minima resistenza, che significa iniziare da ciò che è facile fare: piccole azioni, risultato immediato, effetto stupefacente”.

I lavori sono già iniziati e proseguiranno fino al 2020, il tempo necessario perché un approccio professionale allo sviluppo di attività artistiche e culturali possa attecchire per poi proseguire in modo autonomo.

Un gruppo di nove giovani gelesi è stato selezionato da Jacopo Fo srl e formato professionalmente dal suo team per insegnare a costruire una mappa delle opportunità artistiche, culturali, naturalistiche, artigianali e alimentari della città, nonché promuoverla a livello nazionale e internazionale grazie a un sito web dedicato e a una strategia di comunicazione social e digital strutturata. Il sito www.gelaleradicidelfuturo.it in italiano e in inglese sarà on line da martedì 29 maggio.

Tra gli obiettivi del progetto c’è anche la promozione del turismo attraverso la valorizzazione di una storia ricca di 2700 anni e la ricerca di nuovi stimoli economici per la città.

Tra le attività di promozione sociale e culturale rivolte alla cittadinanza sono in corso programmi di alternanza scuola-lavoro per coinvolgere gli studenti e progetti contro l’abbandono scolastico, nonché di prevenzione al bullismo e alle dipendenze. Il 9 giugno ci sarà la Festa dei Cento Blog per Gela che vede protagonisti gli istituti superiori della città e i 530 studenti che vi hanno aderito. In programma anche spettacoli teatrali e lezioni di teatro aperte a tutti: il prossimo appuntamento è per sabato 26 maggio alle ore 15:00 al teatro Eschilo con Jacopo Fo per una lezione di teatro ad attori professionisti ed aspiranti attori della città. Il 27 maggio alle 18:30 l’inaugurazione del Giardino delle Meraviglie con Gela in Miniatura in via Salonicco. Il 21 giugno ci sarà la Festa del solstizio d’estate al sito della Pietra Calendario per uno spettacolo mozzafiato.

In cantiere c’è anche la produzione di una web serie destinata ai media e ai festival internazionali. La regia è affidata a Iacopo Patierno, regista anche di Il Teatro fa bene, premiata nel 2017 come migliore web serie non-fiction ai festival di Hollywood, Miami e Roma.

Il Sindaco Domenico Messinese ha utilizzato un’immagine evocativa per esprimere la fiducia del l’Amministrazione Comunale nelle grandi potenzialità della città: “È come uno scrigno magico che fino ad oggi è rimasto chiuso al mondo”, ha detto Messinese. “Un nuovo disegno complessivo dell’organizzazione economica, sociale e fisica della città e di una sua trasformazione già in atto è possibile” sottolinea l’Assessore alle Politiche Ambientali e di Sviluppo Economico del Territorio, Simone Siciliano, “grazie anche al potenziamento dell’attrattività turistica e al supporto alla nascita di nuove realtà imprenditoriali, che il progetto sarà in grado di sviluppare, realizzando un processo di valorizzazione che duri nel tempo”. Alessandra Ascia, Presidente del Consiglio comunale di Gela ha espresso così la sua adesione all’iniziativa: “È un progetto innovativo che vuole migliorare la percezione e l’immagine che si ha all’esterno della nostra splendida città. Per fare una similitudine è come una bella donna finora trascurata che decide di mostrare la sua vera bellezza”.
“Oggi Gela si conferma una realtà che guarda al futuro per diventare un modello di sviluppo territoriale sostenibile e virtuoso a livello italiano ed europeo. Con la firma del Protocollo del 2014 Eni si è impegnata a investire 2,2 miliardi di euro per iniziative e progetti industriali, di cui attualmente ne sono stati spesi più di 750 milioni”, così Luigi Ciarrocchi, responsabile programma Gela di Eni, racconta la motivazione dell’azienda nel progetto.
“Ma l’impegno di Eni è andato oltre quanto previsto nel Protocollo e sono state avviate iniziative nel campo dell’educazione, della scuola e per lo sviluppo sociale e culturale della città. Questo straordinario progetto, Gela: Le Radici del Futuro, di cui siamo promotori, nasce dal dialogo continuo ed efficace con gli stakeholder, le Istituzioni e con una comunità locale propositiva e ricca di idee e rappresenta un passo fondamentale per il rilancio di un territorio in cui abbiamo dimostrato concretamente che impresa e territorio possono andare d’accordo”.

Gela: Le Radici del Futuro è sui social Facebook (@gelaleradicidelfuturo), Twitter (@FuturoGela), Instagram (@gelaleradicidelfuturo), Pinterest (@gelaleradicidelfuturo).
Il sito www.gelaleradicidelfuturo.it sarà online a partire dal 29 maggio. Per ricevere via e-mail tutti gli aggiornamenti, le novità, le informazioni e le iniziative speciali legate alla città è possibile iscriversi alla newsletter su www.gelaleradicidelfuturo.it.
Per info scrivere a info@gelaleradicidelfuturo.it.

UFFICIO STAMPA

Sofia Lorefice – Ufficio Stampa Gela: Le Radici del Futuro
Tel 3289774578 – Email ufficiostampa@gelaleradicidelfuturo.it


Cattura